full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Interrogazione – Consulenze e/o collaborazioni a titolo gratuito per la redazione di progetti…

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI PALERMO

Interrogazione con risposta scritta

Prot. n.201                                                            Palermo, 10/10/2011


OGGETTO: – Consulenze e/o collaborazioni a titolo gratuito per la redazione di progetti finalizzati ad accedere a finanziamenti -.

      Premesso che
Nell’ottica del miglioramento dell’efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa, la Riforma Brunetta fissa principi e criteri finalizzati a favorire il merito e la premialità destinando al personale proficuamente coinvolto in progetti innovativi e nei processi di ristrutturazione e razionalizzazione, parte delle economie conseguite. Il D.Lgs 141/2011, correttivo della Riforma Brunetta, nelle more dei rinnovi contrattuali, dà la possibilità alle amministrazioni di utilizzare il 50% dei risparmi derivanti dall’attuazione di misure di riorganizzazione dell’amministrazione pubblica per rimpinguare le risorse della contrattazione decentrata e per l’erogazione delle premialità previste dal’art. 19 del D.lgs 150/2009.

SI CHIEDE DI CONOSCERE

(1) L’elenco completo degli incarichi concessi a titolo gratuito dal Comune di Palermo, dal 2007 ad oggi, per consulenze e/o collaborazioni esterne volte alla redazione di progetti per conto dell’Amministrazione Comunale finalizzati ad accedere a finanziamenti comunali, regionali, statali, europei o extraeuropei.
(2) In particolare, si chiede copia dei relativi disciplinari d’incarico, compilati in tutte le parti e regolarmente registrati, da cui si possa evincere:

a. Il soggetto incaricato;
b. l’oggetto della prestazione;
c. le modalità di esecuzione della prestazione;
d. la durata dell’incarico;
e. gli eventuali oneri economici, a qualsiasi titolo, a carico dell’Amministrazione (ad esempio, rimborso spese sostenute per l’espletamento dell’incarico).
(3) La procedura (bandi, avvisi, su istanza, d’ufficio, ecc.) con cui  L’Amministrazione Comunale identifica il soggetto incaricato a svolgere la propria attività professionale a titolo gratuito.
(4) Gli atti (Determinazioni sindacali, dirigenziali, deliberazione di G.M., ecc.) posti in essere dall’Amministrazione nell’ambito della procedura di ricerca di professionalità esterne a titolo gratuito, dei cui atti si chiede copia, comprensivi degli atti preliminari di ricognizione delle professionalità interne al Comune.
(5) Come sia stata resa pubblica la ricerca di professionalità a titolo gratuito da parte dell’Amministrazione Comunale, dei cui atti si chiede copia da cui, in particolare, si possa evincere:
a. la data di pubblicazione;
b. con quali modalità sia avvenuta la pubblicazione;
c. i tempi di pubblicazione;
d. i requisiti richiesti per la partecipazione.
(6) La composizione delle eventuali Commissioni esaminatrici e/o del personale comunale preposto alla selezione delle professionalità esterne.
(7) I verbali redatti dall’eventuale Commissione esaminatrice e/o dal personale comunale preposto alla selezione delle professionalità esterne, di cui si chiede copia.
(8) Le istanze e relativi curriculum presentati dai soggetti prescelti e dagli eventuali ulteriori istanti esclusi, di cui si chiede copia.  
(9) Il Responsabile del provvedimento e del procedimento di ciascun incarico a titolo gratuito assegnato dall’Amministrazione Comunale nell’ambito dell’elenco di cui al punto (1).
(10) Gli obiettivi raggiunti dai professionisti incaricati a titolo gratuito dall’Amministrazione Comunale, nell’ambito dell’elenco di cui al punto (1), in riferimento a cui si chiede copia delle rispettive relazioni finali.
(11) Gli incarichi a titolo gratuito di cui all’elenco del punto (1) che siano stati prorogati indicandone le finalità.
(12) Se siano stati avviati nei confronti dell’Amministrazione Comunale ricorsi da parte dei professionisti incaricati a titolo gratuito per il riconoscimento dell’attività svolta ai fini previdenziali e/o di inquadramento alle dipendenze dell’Amministrazione Comunale, nel qual caso si chiede copia degli atti.
(13) Se siano stati conferiti incarichi a titolo gratuito per la redazione di progetti a valere su fondi europei, statali, regionali, comunali o altro per i quali fosse riconosciuto al professionista il compenso per la redazione del progetto.
(14) Se vi siano stati progetti redatti da professionisti con incarichi comunali a titolo gratuito risultati ammessi a finanziamento, nel qual caso si chiede di conoscere:
a. il progetto presentato, di cui si chiede copia;
b. l’importo del finanziamento;
c. la quota spettante al professionista a titolo gratuito per la redazione del progetto.
(15) Considerato che nell’ambito dell’Ufficio Relazioni Internazionali e Politiche Europee (U.R.I.P.E) e di altri Uffici comunali settoriali (Attività sociali, Ambiente, OO.PP., Attività produttive, Marketing territoriale, ecc.) esistono dipendenti comunali preposti all’attività di progettazione finalizzata a consentire all’Amministrazione Comunale l’accesso ai fondi europei, regionali ed extracomunali in genere, si chiede di conoscere le motivazioni per cui non si sia fatto ricorso alle professionalità interne dando la possibilità ai dipendenti comunali progettisti di potere accedere al compenso per la redazione dei progetti, secondo le modalità previste dalla normativa vigente in materia di risorse da destinare al trattamento accessorio del personale e/o derivanti da incarichi aggiuntivi e dai servizi resi dal personale in conto terzi.

 
 La Capogruppo
                                                   Nadia Spallitta




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits