full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Variazione di bilancio, proposta di Idv e Altra Storia

uas_e_idv.jpg
uas_e_idv.jpg
 Una variazione di bilancio firmata Italia dei Valori e Un’Altra Storia, da sottoporre al consiglio comunale entro fine anno. L’obiettivo, spiega Fabrizio Ferrandelli (capogruppo Idv) è <<salvaguardare aziende, lavoratori e ridare luce ad una città spenta>>. Il documento illustrato ieri in conferenza stampa dai due gruppi (presenti anche il capogruppo di Un’Altra Storia Nadia Spallitta e Antonella Monastra) sollecita un riassetto delle aziende comunali (con la fusione o incorporazione per ridurle al massimo a due), il taglio di spese e consulenze, la formazione professionale dei dipendenti e maggiori risorse per sociale e cultura. Le aziende comunali dovrebbero godere della sospensione per un anno del pagamento degli oneri riflessi ( previdenziali e assistenziali) : il relativo importo sarà poi restituito ratealmente entro 5 anni. Si calcola che l’Amia beneficerà di circa 18 milioni di euro, la Gesip di 14 e la Sispi di 1,7 da utilizzare per ridurre i debiti societari. A favore del Comune è prevista la riduzione dell’aliquota iva all’1% per le fatture emesse dalle società in house: il totale risparmiato per il 2010 sarebbe di 42-45 milioni da utilizzare per finanziare il riassetto delle aziende comunali, formare i dipendenti e impinguar le somme destinate al sociale e allo sviluppo.

 

 

 

 

Proposta di iniziativa consiliare avente per oggetto: “Variazione al Bilancio di Previsione 2009 e poliennale 2010/2011.”       doc.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits