full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Stralcio degli interventi in Consiglio Comunale del consigliere Nadia Spallitta

Deliberazione del consiglio comunale N. 227 del 21.09.2007 (verbale seduta del 13.9.2007)

PRESIDENTE: ritiene opportuno iniziare i lavori con l’esame del punto 107 all’O.d.G. inerente servizio gestione ASU.

SPALLITTA: chiede che il piano triennale delle OO.PP. e il bilancio di previsione approvati dal Consiglio Comunale siano inviati alla Corte dei Conti in quanto ritenute delibere illegittime. Precisa che tale richiesta è a nome dell’intero Gruppo Consigliare Altra Palermo. Critica la convocazione in orari notturni delle sedute di Consiglio Comunale per l’esame e l’approvazione d’atti deliberativi importanti. Invita il Presidente a convocare il Consiglio Comunale nelle ore antimeridiane.

SPALLITTA: ritiene che non siano sufficienti le dichiarazioni verbali e che ad esse debbano seguire i fatti. Sottolinea che sono stati recentemente approvati atti importanti per la città senza tenere conto delle esigenze dei giovani. Richiama l’attenzione sul fatto che senza la regolarità e la legittimità negli atti che si producono, la politica giovanile risulta già fallimentare. Fa rilevare che, nel Bilancio approvato qualche giorno fa non vi erano stanziamenti per interventi a favore dei giovani, a cominciare dal verde in città. Sottolinea che necessita dare l’esempio con comportamenti conformi alla legge. Preannuncia voto favorevole auspicando che la mozione rappresenti un primo passo verso una vera politica giovanile.

SPALLITTA: informa che la Corte di Giustizia in data 19/7/07 ha bocciato i bandi per gli inceneritori, dichiarandoli illegittimi, in quanto emanati in violazione delle direttive comunitarie e nulle le aggiudicazioni, in quanto non tutte le ditte partecipanti hanno i requisiti comunitari per costruire e gestire i termovalorizzatori. Rileva che la mancanza di requisiti e quindi delle capacità tecniche dei soggetti potrebbero far risultare pericoloso, per la sicurezza dei cittadini, l’impianto. Il rispetto delle norme cui faceva riferimento nei suoi precedenti interventi, applicata a questo caso, salvaguarderebbe la salute dei cittadini. Dà lettura dei pareri espressi dalla Corte dei Conti sul termovalorizzatore, pareri dai quali si evince la possibile immissione nell’aria di tossine, ceneri e gas dannosi alla salute. Ricorda che l’impianto prevede una variante al PRG variante che non è ancora all’esame del Consiglio Comunale. Evidenzia l’ingente aumento di tassazione che subirebbero i cittadini, i quali oltre a pagare la tassa rifiuti vedrebbero lievitare le bollette ENEL per i forti consumi del Termovalorizzatore. Paventa la possibilità che tale impianto riduca la raccolta differenziata, anziché incentivarla. Ricorda che l’ordinanza del Presidente della Regione e del Commissario ad acta per i rifiuti fu stilata in un momento d’emergenza, ma ora che l’emergenza è cessata è possibile pensare a soluzioni alternative, meno dannose per la salute dei cittadini. Invita a votare positivamente la mozione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits