full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: Sgombero del Laboratorio Zeta. Violato il diritto d’asilo nell’interesse di un privato.

labzeta.jpg
labzeta.jpg"Nonostante l’impegno del Sindaco e dell’assessore Di Giovanni, ad oggi, non è stato possibile reperire – data anche la ristrettezza dei tempi – un’adeguata soluzione per i profughi del Laboratorio Zeta, tale da salvaguardarne la dignità e il rispetto. Appare ancora più grave il comportamento dello Iacp e di chi ha consentito lo sgombero dei rifugiati politici senza preoccuparsi di trovare preventivamente dignitose soluzioni alternative.
Si tratta di un grave atto di violazione dei più elementari diritti umanitari e di solidarietà sociale, alla tutela dei quali proprio istituti come lo Iacp sono preposti. Sono convinta che un intervento di mediazione da parte delle Pubbliche Amministrazioni avrebbe impedito un atto così vergognoso che viola i diritti costituzionalmente garantiti e danneggia l’interesse pubblico. Infatti, il costoso spiegamento di forze dell’ordine ha avuto come unico esito quello di tutelare l’interesse di un’associazione privata , che per anni e cioè dal 2002 ha dimostrato assoluta indifferenza per la struttura, ai danni del diritto d’asilo  e quindi di una funzione sociale che, in modo meritevole ed esemplare, il Laboratorio Zeta ha portato avanti".

Nadia Spallitta – capogruppo di Un’Altra Storia




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits