full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: No al subentro di nuove cooperative. Si assicuri la raccolta differenziata dell’APAS.

robivecchi.jpg

robivecchi.jpg"Il lavoro non può essere merce di scambio, né oggetto di clientele politiche, né strumento di ricatto sociale ed economico, tanto più quando nasce da una conquista e rappresenta il naturale sbocco di tradizioni tramandate da padre in figlio. E’ pertanto inaccettabile che dopo tre mesi dalla stipula di una convenzione che ha visto coinvolte l’APAS( cooperativa dei cenciaioli storici cittadini), l’AMIA, il Comune e Palermo Ambiente, l’Amministrazione rimanga inadempiente e non paghi ai lavoratori i tre mesi di raccolta differenziata che hanno portato avanti, forse punendoli per l’eccesso di zelo.
L’inadempienza, infatti, dell’Amministrazione e dell’AMIA di traduce in una rinnovata disperazione per circa 80 nuclei familiari che da sempre vivono di questa attività e che si trovano, ancora una volta, senza possibilità di sostentamento per sé e per le proprie famiglie. Le soluzioni non possono essere più temporanee o precarie e una volta per tutte l’Amministrazione deve dare una risposta stabile evitando nuove forme di precariato che, tra l’altro, con un’apposita mozione il Consiglio comunale ha espressamente escluso. Né è pensabile che, scaduta questa convenzione trimestrale, possano farsi avanti altre possibili cooperative, perché il Consiglio solo all’APAS- per la sua storia e la sua tradizione- ha riconosciuto questa competenza. Ci attiveremo , pertanto, per la salvaguardia di una raccolta tradizionale che oggi, di fronte all’inefficienza del servizio pubblico, si rivela una risorsa importantissima sotto ogni aspetto  e che la città non può permettersi di perdere."


Nadia Spallitta- capogruppo di Un’Altra Storia




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits