full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

oggetto: Degrado e stato di totale abbandono del quartiere Zen 2.

Pubblichiamo  il testo della nota inviata al Sindaco, dal gruppo Un’Altra Storia e avente ad oggetto  il degrado e lo stato di totale abbandono del quartiere Zen 2

 

 

 AL SIG.  SINDACO

Prot. 108                                                                                                     Palermo, 02 settembre 2009

Oggetto:  Degrado e stato di totale abbandono del quartiere Zen 2.

Premesso che
      I ripetuti atti di vandalismo che da alcuni mesi danneggiano la scuola Falcone allo Zen, colpevole di rappresentare un “modello alternativo” all’ordine costituito che domina lo Zen– soprattutto lo Zen 2: quello dell’illegalità, si inseriscono in una situazione di totale degrado ed abbandono del Quartiere dove, secondo quanto riferito dagli stessi residenti, mancherebbe un presidio locale delle Forze dell’Ordine.

In occasione della recente manifestazione di solidarietà alla scuola Falcone le Scriventi sono rimaste profondamente turbate dal degrado che circonda la scuola e l’intero quartiere dello Zen 2  che si presenta, infatti, come una sorta di “giungla d’asfalto” immersa in un cimitero di auto presumibilmente rubate e distrutte e/o abbandonate, la cui piazza è ormai ridotta ad una discarica a cielo aperto colma di materiali di risulta ed i cui edifici sono palesemente fatiscenti con gli intonaci già distaccati in più parti e/o pericolosamente in procinto di cadere.
       Il Quartiere versa in uno stato di totale abbandono da parte delle stesse Istituzioni la cui lontananza si traduce in una sfiducia radicale da parte dei residenti, in un diffuso e profondo malessere sociale di cittadini marginalizzati in un luogo separato e chiuso in se stesso, prossimo eppure lontanissimo, un mondo altro dove non è ancora possibile soltanto ipotizzare uno sviluppo sano e sereno dei giovani il cui futuro invece deve essere ancora tutto da scrivere.
      Nell’attesa dell’indispensabile coinvolgimento operativo in sinergia tra Comune, Questura, Prefettura e tutte le Istituzioni ed operatori sociali preposti a ricercare con quali modalità ed interventi sia possibile ri-pensare la dimensione e l’organizzazione sociale di questo Quartiere,
SI CHIEDE CON URGENZA
 
che la S.V. adotti tutti i provvedimenti utili e necessari per:
* Istituire un presidio permanente della Polizia Municipale davanti alla scuola Falcone e di pattugliamento del Quartiere (eventualmente in raccordo con le altre Forze dell’Ordine);
* Rimuovere le numerose siringhe abbandonate e disseminate anche negli spazi in prossimità della scuola;
* Rimuovere il cimitero di auto, presumibilmente rubate, in stato di abbandono e/o bruciate che costituiscono anche un grave pericolo per l’igiene e la salute pubbliche;
* Verificare l’eventuale stato pericolante degli edifici del Quartiere a garanzia della pubblica incolumità;
* Garantire la periodica pulizia del Quartiere da parte dell’AMIA.
           

LE CONSIGLIERE

Antonella Monastra                                                        Nadia SPALLITTA




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits