full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

CRONACA DAL CONSIGLIO COMUNALE

palazzo_delle_aquile.jpg
palazzo_delle_aquile.jpgCronaca sintetica del Consiglio Comunale di martedì 7 aprile 2009

Nella seduta di martedì si è aperta la discussione relativa agli oneri di urbanizzazione e ai costi di produzione. Vengono approvati e presentati tre emendamenti. Il primo prevede l’abbattimento dei costi fino al 30% nel caso di interventi che assicurino il risparmio energetico, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il rispetto della normativa antisismica. Il secondo, che esclude i costi nel caso di realizzazione, in convenzione con il Comune, di impianti sportivi. Entrambi gli emendamenti erano stati anche promossi in sede di commissione urbanistica. Il terzo emendamento soppressivo, da me proposto, ma approvato anche dalla maggioranza, rivolto al divieto della monetizzazione delle aree vincolate a parcheggio. Più precisamente l’Amministrazione proponeva di non fare più parcheggi privati, chiedendo al cittadino parte del valore economico del parcheggio da realizzare.

Se la proposta fosse passata in questi termini, il traffico veicolare cittadino ne avrebbe ulteriormente risentito e sarebbero aumentati i problemi di parcheggio e inquinamento che, invece, la legge Tognoli cerca di evitare imponendo, appunto, all’aumentare della volumetria, l’obbligatoria e vincolante destinazione di una parte delle aree di proprietà privata a parcheggio a servizio della nuova costruzione. Si è passati poi alla trattazione del secondo argomento all’ordine del giorno, ovvero la proposta di delibera relativa all’autogestione degli immobili di edilizia residenziale pubblica di proprietà comunale attribuita agli assegnatari degli alloggi. In particolare, una legge regionale prevede e consente che gli stessi concessionari degli alloggi, provvedano alle spese di manutenzione ordinaria dell’intero condominio, fino ad oggi con scarsi risultati, affidate al Comune proprietario. In questo modo si cerca di sensibilizzare gli stessi abitanti alla tutela ed al rispetto degli immobili loro affidati. Anche su questa delibera ho proposto un emendamento, imponendo che venisse prodotta all’Amministrazione comunale la certificazione antimafia e i titoli abitativi di legge, alle quali gli istituendi condomini si rivolgeranno per l’acquisizione di servizi e forniture necessarie alla manutenzione dell’immobile. Sono state poi approvate due mozioni. Una relativa ai requisiti richiesti per l’accesso alle selezioni di polizia municipale, l’altra relativa al trasferimento dell’ufficio H in locali idonei alla facile fruizione da parte dei soggetti disabili.

La seduta del prossimo Consiglio Comunale è programmata per la settimana successiva a quella pasquale, con l’ordine del giorno ancora da definire.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits