full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Cemento al Foro Italico? E’ scontro.

<<A rischio il verde pubblico vicino al Foro Italico>>. E’ fra le maglie del nuovo piano regolatore del porto che si annida, secondo il consigliere comunale del Pd Maurizio Pellegrino, membro della commissione urbanistica, il pericolo della lottizzazione di un’estesa porzione del giardino urbano in prossimità dell’Istituto di assistenza all’infanzia Padre Messina, al Foro Italico, e di fronte a Villa Giulia. La zona si trova a pochi metri dal porticciolo di Sant’Erasmo, dove l’Autorità portuale prevede nuove banchine e un porto turistico di quasi 50 mila metri quadri.
Nel piano regolatore c’è però un’indicazione di edificabilità nel cosiddetto waterfront, cioè lo spazio tra il porto e la città, fino a 4.900 metri quadrati – questi i calcoli elaborati dalla commissione urbanistica del Consiglio comunale – e fino a 7,5 metri di altezza. Un’indicazione che lascia perplessi anche altri membri della commissione come Nadia Spallitta di Un’Altra Storia, <<un piano incompleto e inadeguato, perché mancano i servizi necessari per assicurare viabilità e trasporti e armonizzare la programmazione urbanistica del porto con quella del territorio>>. E che lo stesso presidente della commissione, Gerlando Inzerillo dell’Udc, intende portare in aula la prossima settimana ma con alcuni emendamenti, che limitino il rischio di costruzioni sul lungomare…(continua)…Secondo l’Autorità portuale, non c’è a tutt’oggi alcun rischio di colate di cemento sul mare <<Nel porticciolo di Sant’Erasmo – argomenta il presidente dell’Autorità portuale, Nino Bevilacqua – non è prevista alcuna costruzione, oltre a quelle già esistenti. Il restyling del porto riguarderà solo le banchine e non sarà toccata l’area a verde pubblico…(continua)




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits