full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Bando di selezione per la costituzione di un elenco di rilevatori per il 15° censimento generale …

 

Prot. 190                                                                                                                Palermo, 21/09/2011

Oggetto: Bando di selezione per la costituzione di un elenco di rilevatori per il 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni-

-Istanza di revoca e di accesso agli atti-

Premesso che
> Il comune di Palermo ha emanato un ‘bando’ di selezione per la costituzione di un elenco di rilevatori per il 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni, pubblicato, in data imprecisata e con scadenza al 7 settembre c.a., esclusivamente sul sito istituzionale del comune di Palermo.
> Nel suddetto ‘bando’ si dichiara che “è stata verificata  la indisponibilità- all’interno dell’Amministrazione Comunale- di un numero adeguato di risorse professionali da impiegare come rilevatori senza arrecare nocumento alle usuali attività istituzionali”.
Evidenziato che

 

Evidenziato che
> Il predetto “bando” prevede che vengano conferiti i seguenti punteggi:
a) Per titoli di studio fino ad un massimo di 30 punti di cui: 20 per diploma di laurea o diploma universitario in discipline statistiche, economiche o sociali; 15 per altro diploma di laurea o diploma universitario; 10 per attestato ECDL [Patente europea del computer];
b) Per esperienze lavorative fin ad un massimo di 65 punti di cui: 20 per coloro che son inseriti nell’elenco dei rilevatori del censimento pilota per il 15° Censimento generale della popolazione del 2009; 10 per coloro che sono inseriti nell’elenco dei rilevatori al 14° censimento generale della popolazione e delle abitazioni del 2001 per il comune di Palermo e per coloro che sono inseriti nell’albo dei rilevatori dei numeri civici e delle abitazioni per il comune di Palermo del 2010; fino a 20 punti per altre esperienze di rilevatori comunali in altre indagini statistiche inserite nel Programma Statistico Nazionale per il comune di Palermo, a partire dal 2001; 5 punti per altre esperienze in altre indagini statistiche, anche extracomunali.
Rilevato che
                                               
1) Non sembra che siano state attuate le prescritte procedure per la selezione prioritaria di personale interno, previa verifica della disponibilità del personale comunale, per cui non si comprende come si possa procedere ad avviare una selezione esterna; 
2) I criteri di attribuzione dei punteggi ai partecipanti non sono attuativi di disposizioni di legge o regolamentari ma appaiono arbitrariamente individuati ed assegnati. In particolare, la circostanza che siano conferiti solo fino a 30 punti per titoli di studio e fino a  65 punti per pregresse esperienze lavorative ed, inoltre, che per la titolarità della laurea venga assegnato il punteggio di 20 punti mentre coloro che hanno svolto attività di rilevazione pilota per il comune di Palermo nel 2009 e di rilevatore di numeri civici e abitazioni per il comune di Palermo nel 2010 possono raggiungere 30 punti, per cui vengono ingiustificatamente privilegiati i rilevatori inseriti negli elenchi dei rilevatori comunali degli anni 2009-2010.  
Considerato che 
> L’attribuzione di punteggi (fino a 30 e fino a 65) non sembra rispondere ad alcuna logica meritocratica e non è assolutamente conforme alle direttive impartite con circolare dell’ISTAT n. 6 del 21/06/2011 che stabilisce precise priorità nei titoli preferenziali valutabili ai fini della selezione.
Considerato altresì 
> Il pericolo connesso all’applicazione di questi criteri dal momento che se i rilevatori del 2009 fossero gli stessi del 2010 questa circostanza, oltre a rappresentare un vero e proprio titolo preferenziale, visto che appare altamente prevedibile che l’incarico di rilevazione venga conferito agli stessi, rischia di disattendere il D.lvo 368/2001 attuativo della direttiva europea sulla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato, in caso di eventuale proroga dell’incarico.
Si chiede
1) Copia di tutti gli atti in virtù dei quali si è accertata l’indisponibilità del personale interno.
2) Il nominativo del responsabile del procedimento.
3) L’elenco completo dei rilevatori dell’anno 2009.
4) L’elenco completo dei rilevatori dell’anno 2010.
5) Composizione e atti di nomina della commissione di selezione delle istanze.
6) Numero delle istanze presentate.
Considerata l’assenza e la violazione dei criteri oggettivi previsti dalle vigenti disposizioni normative e della circolare dell’ISTAT n. 6 del 21/06/2011.
Considerato il grave danno all’erario che l’esecuzione del bando potrebbe determinare anche in relazione alla opportunità di avvalersi prioritariamente di personale interno comunale.
Vista la nota della CGIL Funzione Pubblica n. 2/748 del 30/08/2011 avente ad oggetto: 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni. Comune di Palermo: modalità di reclutamento del personale per lo svolgimento delle funzioni di Coordinatore comunale e rilevatore e pubblicazione bando di selezione. Per la costituzione di un elenco di rilevatori esterni.
Considerata l’ ingiustizia manifesta dei criteri seguiti ed il depauperamento per il personale interno disponibile. 
Si chiede
la revoca del bando e l’immediata sospensione di ogni procedura selettiva esterna. 
La Capogruppo
              Nadia Spallitta



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits