full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Sul piano particolareggiato BANDITA

Nadia Spallitta, consigliere del gruppo Un’Altra Storia e componente della commissione urbanistica – ha dichiarato:
<<Sul piano particolareggiato Bandita, ho già espresso in commissione  il mio convincimento sulla necessità che venga acquisito preventivamente il parere della Soprintendenza, dal momento che il piano ricade nei 300 metri dal mare. Ritengo inoltre che gli uffici, anche in accoglimento delle osservazioni mosse dai cittadini, prima della adozione del piano, verifichino e relazionino, come ho chiesto anche in sede di commissione urbanistica, sull’effettivo rispetto degli standards urbanistici e della quantità di servizi che la legge impone come obbligatori, sia in riferimento agli edifici già esistenti, sia in relazione a quelli ancora da costruire; chiarendo, altresì, se il piano particolareggiato e i relativi servizi devono riguardare l’intera area o solo quella di stretta pertinenza come sembra avere proposto la società che ha presentato questo piano. Del resto, la previsione di piani particolareggiati per questo tipo di aree, ha come funzione fondamentale quella di realizzare servizi secondo una precisa indicazione data a suo tempo dall’assessorato regionale, che, invece, secondo le osservazioni dei privati, nella fattispecie sarebbe disattesa. In mancanza di questi chiarimenti a mio avviso il piano, allo stato, non può essere adottato.>>




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits