full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Spallitta, PGTU Bene pedonalizzazioni, si rinvii istituzione Ztl

palazzo_delle_aquile_copy.jpg
 

palazzo_delle_aquile_copy.jpg

Palermo, 28 Ottobre 2013 – "Il Consiglio comunale di Palermo si appresta a esaminare il Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), uno strumento imposto dal codice della strada, che deve avere come obiettivi il miglioramento delle condizioni di circolazione, della sicurezza stradale, la riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, rivolto al risparmio energetico, tenendo conto degli strumenti urbanistici e dei valori ambientali". Lo dice il Vice Presidente Vicario del Consiglio comunale di Palermo, Nadia Spallitta, che aggiunge: "Orbene, la proposta in discussione in Consiglio, che sostanzialmente si fonda su studi e ipotresi, promosse dalla precedente Amministrazione, a mio avviso, se può essere utile, affinchè la città si doti, comunque, di un primo strumento di programmazione, colmando una lunga lacuna, tuttavia non è del tutto rispondente agli obiettivi fissati dalle norme ed opera, altresì, talune scelte che non sono del tutto condivisibili". "In primo luogo- prosegue – la delibera prevede la creazione di 2 grandi macroaree -Ztl- una sostanzialmente costituita dal centro storico, l’altra che coinvolge un vasto quadrilatero della città nuova, in relazione alle quali si prevede la possibile introduzione di regimi tariffari ai fini dell’ingresso e della circolazione. Inoltre, l’istituizione delle Ztl potrebbe costituire la creazione di nuove strisce blu, e cioè posteggi e parcheggi a pagamento. In realta, le Ztl dovrebbero aver come obiettivo primario la riduzione dell’inquinamento ambientale e acustico, ma già in passato per le stesse macroaree era stata dimostrata l’inadeguatezza della scelta, dal momento che, non solo non si registravano riduzioni di CO2, ma anzi in alcune parti della città l’emissione di gas erano aumentate". "Per questo – continua – ritengo che l’istituzione delle Ztl debba essere rinviata ad una fase successiva, che consenta anche l’aggiornamento degli studi di settore e una ridefinizione, che tenga conto dell’attuale condizione di inquinamento e che venga calibrata in modo da garantire la tutela della salute. Per il resto in un momento di grande crisi, l’eventuale introduzione di regimi tariffari deve essere approfondita, a mio avviso, mentre indubbiamente devono essere inserite zone bianche e parcheggi gratuiti in modo proporzionale rispetto a quelli a pagamento". "Un’altra criticità – sottolinea- riguarda il mancato aggiornamento del PGTU rispetto al progetto del tram, per cui l’indagine sui flussi veicolari, a mio parere, potrebbe risultare incompleta. Infine, con riferimento ai valori ambientali, vanno migliorate le previsioni sulla creazione di nuove piste ciclabili. Oggettivamente, una nota positiva del PGTU è il piano delle pedonalizzazioni, che investe buona parte del centro storico, che fornisce risposte alle tante istanze dei cittadini, che regolarizza situazioni incerte soprattutto per gli esercenti e che darà impulso all’economia locale, senza considerare l’importanza che le pedonalizzazioni hanno anche in termini di qualità della vita e rilancio del turismo". "Da questo punto di vista , il PGTU, alla luce dell’impulso fondamentale, che viene dato alle pedonalizzazioni, sia pure con talune modifiche e taluni rinvii, merita di essere votato, anche per avviare finalmente le fasi esecutive successive che dovranno garantire i principi di sicurezza, tutela della salute e in generale miglioramento delle condizioni di salubrità dei luoghi".
 
Nadia Spallitta, Vice Presidente Vicario del Consiglio comunale di Palermo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits