full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: Le lacerazioni del centrosinistra agevolano, in Consiglio Comunale, …

nadia1.jpg
nadia1.jpgSPALLITTA: Le lacerazioni del centrosinistra agevolano, in Consiglio Comunale,  l’adozione di atti lesivi del territorio proposti dal centrodestra.
 
 << Lo scontro tra i partiti del centrosinistra in occasione delle primarie, sta producendo gravi conseguenze anche all’interno del Consiglio Comunale, dove  – a mio avviso –  l’ “opposizione” si presenta troppo divisa e spesso distratta dai problemi connessi con la nuova tornata elettorale. I principali partiti del centrosinistra, in aula, subiscono –  secondo me eccessivamente-  la contesa delle primarie. Da un lato l’Idv deve fare i conti con il suo ex capogruppo che, assente da quasi un anno dal dibattito politico dell’aula, è totalmente impegnato nella sua corsa personale e di distruzione del suo ex partito, dall’altro nel Pd si consuma un divario tra le diverse anime (area Faraone, area Cracolici, area Lupo), che rende poco coeso il partito anche in aula. Da questi contrasti trae indubbio vantaggio il centrodestra, che si inserisce per proporre atti irregolari, se non illegittimi, la cui adozione – se non viene fermata – rischia di compromettere il futuro assetto del territorio.
Mi preoccupa il silenzio che ha accompagnato, ad esempio, una delle delibere più complesse della consiliatura, e relativa al centro commerciale denominato Forum, adottata qualche giorno fa dal Consiglio Comunale. Sostanzialmente con questo atto, si consentirà il collaudo degli edifici del centro commerciale, ed il rilascio dell’agibilità definitiva, anche in mancanza delle obbligatorie opere di urbanizzazioni primarie previste nel 2006. Pochi forse sanno che talune aree di verde, le strade e gli impianti – urbanizzazioni approvate come necessarie a corredo del Forum –  non sono state mai realizzate, perché ricadevano – in parte inverosimilmente – su aree precedentemente destinate alla costruzione del tram (e non si possono realizzare senza un’apposita variante che, ad oggi, non è stata mai proposta). Ugualmente altre urbanizzazioni, non sono state mai effettuate perché, per “un  errore”, non sono state definite le indispensabili espropriazioni. Infine l’impianto fognario approvato con il progetto del centro commerciale,  si è rivelato assolutamente inadeguato, in relazione all’entità delle costruzioni del Forum; tant’è che a distanza di qualche anno dall’apertura di questa struttura, è stata necessaria la modifica del progetto iniziale ( con la previsione di nuove e diverse opere) . In altre parole, attraverso un escamotage amministrativo, le urbanizzazioni sono state stralciate – a mio avviso in modo illegittimo-  e rinviate a data da destinare, così da potere definire l’agibilità e il collaudo e dell’esistente, anche prescindendo dalla attuale osservanza degli standard urbanistici. Infine, la singolarità ulteriore della delibera approvata da pochi giorni, è che si prevede la monetizzazione delle urbanizzazioni primarie, mentre la legge non consente e non prevede questo tipo di procedura. Data la delicatezza della materia, e i consistenti interessi economici sottostanti, ho chiesto la trasmissione degli atti alla Procura della corte dei Conti e alla Procura della Repubblica.>>

Nadia Spallitta – presidente commissione Urbanistica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits