full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: l’amministrazione venga commissariata: un commissario ad acta istituisca il parco Uditore

fondo-uditore2.png
fondo-uditore2.pngSPALLITTA: l’amministrazione venga commissariata: un commissario ad acta istituisca il parco Uditore e il parco di Villa Turrisi.

<< Dopi circa cinque anni, l’amministrazione comunale continua ad essere ingiustificatamente omissiva rispetto ad un’istanza dei cittadini, che hanno chiesto  – con una petizione popolare  – l’istituzione di un parco urbano  nell’area denominata Villa Turrisi, oggi  per lo più abbandonata, degradata, utilizzata come discarica. In particolare,  i cittadini  si sono attivati per la redazione – in sostituzione dell’amministrazione inerte – di una proposta di variante urbanistica istitutiva di questo parco, dove allocare spazi ludici, attrezzature sportive, orti didattici e dove fare confluire anche i finanziamenti dell’Unione Europea.

Nonostante ciò, l’amministrazione non si è neanche attivata per l’acquisizione dei pareri di legge necessari perché l’atto venga adottato dal Consiglio Comunale. Lo stesso trattamento è stato riservato dall’assessorato comunale ad un’altra proposta che nasce da una petizione di circa cinquemila cittadini, rivolta alla creazione di un altro parco su Fondo Gelsomino, definito parco Uditore, che è stato trasformato in proposta di atto deliberativo, e che da alcuni mesi giace in attesa che l’amministrazione si attivi. Questi provvedimenti che hanno un grande valore, in quanto riqualificano il territorio e creano anche momenti aggregativi, con servizi in quartieri sostanzialmente dimenticati da chi governa, hanno anche una grande valenza rispetto alle questioni idrogeologiche, salvaguardano l’assetto di questa parte del territorio caratterizzato dalla presenza sotterranea del canale di Passo di Rigano. Incomprensibile l’indifferenza e l’immobilismo dell’amministrazione comunale su temi di così grande importanza, per superare i quali, con il Forum delle associazioni di tutela dell’ambiente e con i comitati civici,  abbiamo predisposto una richiesta di intervento sostitutivo all’assessorato regionale competente. In altri termini, chiediamo un intervento sostitutivo con la nomina di un commissario ad acta che adotti le varianti istitutive dei due parchi,  subentrando alla omissiva inerzia del Comune>>.

Nadia Spallitta – presidente commissione Urbanistica



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits