full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: intervenga la Corte dei conti sullo sperpero di denaro pubblico

nadia_-_aula.jpg
nadia_-_aula.jpg<< I fatti denunciati dal servizio di Striscia La Notizia, relativi a talune “associazioni” che avrebbero dovuto occuparsi -con compiti non meglio precisati e finalità poco chiare – di mercati rionali, rappresentano solo la punta di un iceberg colossale caratterizzato dallo sperpero continuo ed impunito di denaro pubblico. Sono, a mio avviso, centinaia gli atti sui quali la Corte dei conti dovrebbe intervenire e accertare le responsabilità contabili dei nostri amministratori che continuano a utilizzare il denaro in modo illegittimo e senza arrecare nessun beneficio e nessun raggiungimento dell’interesse pubblico.
Mi riferisco, solo per fare alcuni esempi, alla gestione irresponsabile degli impianti sportivi, all’esternalizzazione dei servizi a costi maggiorati, ai 500 incarichi dati dal Sindaco ad altrettanti consulenti, non solo in modo poco trasparente (fino a qualche tempo fa non esisteva neanche un albo dei consulenti) ma anche inutili e superflui. Stessa cosa dicasi delle centinaia di progetti finanziati –  privi di controllo e rendicontazione – magari alle stesse associazioni che hanno usufruito anche di immobili confiscati ai mafiosi, senza peraltro utilizzarli. Ed ancora, la sostanziale concessione gratuita del patrimonio immobiliare, la locazione di immobili affittati da privati a costi elevatissimi con la contestuale dismissione a prezzi irrisori del patrimonio pubblico, l’incapacità di lottare contro l’evasione fiscale, la mancata riscossione della TARSU in relazione ad almeno 60.000 casi di abusivismo accertati o dei canoni di locazione, la patologica mole dei debiti fuori bilancio; per non parlare poi dello sperpero nella gestione delle aziende che registrano oggi un forte indebitamento e perdite strutturali tali da condurre alla loro amministrazione straordinaria o alla loro liquidazione. Come gruppo abbiamo inviato nell’ultimo anno decine di atti alla Corte dei conti per denunciare gli sprechi e il danno all’erario e ci auguriamo che i cittadini palermitani possano essere ristorati, almeno in parte, del depauperamento di risorse e di beni da parte di chi amministra>>.


Nadia Spallitta – capogruppo di Un’Altra Storia

   




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits