full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Rifiuti, Palermo come Napoli In città 119 discariche abusive

LA DENUNCIA DI NADIA SPALLITTA
Rifiuti, Palermo come Napoli
In città 119 discariche abusive
Molte sono in periferia tra Brancaccio e Settecannoli 
Il Comune installerà videocamere contro gli incivili
PALERMO – Sono 119 le discariche abusive individuate a Palermo nell’ultimo anno. Si trovano prevalentemente nelle zone periferiche, come Brancaccio, Ciaculli, Settecannoli e Montepellegrino, ma anche nella centralissima via Libertà e vicino al teatro Politeama. 
È la denuncia contenuta in una interrogazione presentata a Sala delle Lapidi dal consigliere comunale Nadia Spallitta, capogruppo di «Un’Altra Storia». Una realtà che si scontra con la difficile situazione economica in cui si trova l’Amia e con le ristrettezze economiche del Comune. Per fare fronte al dilagare del fenomeno l’ Amministrazione pensa alla videosorveglianza nelle zone più a rischio, dove spesso – a causa anche della negligenza dei cittadini – vengono accumulati rifiuti di ogni genere.
VIDEOSORVEGLIANZA – Dopo qualche incomprensione con il Consiglio comunale, che inizialmente ne aveva respinto il testo, è stato pubblicato, a marzo, sulla Gazzetta ufficiale delle Regione Siciliana, il bando per aggiudicare l’appalto per installare le telecamere in città, in zone usate sistematicamente come discariche. La gara ha un importo di 220 mila euro: la ditta vincitrice, che si saprà a giorni, si occuperà dell’installazione e della manutenzione di almeno tredici telecamere mobili, che saranno utilizzate per un periodo di tre mesi. Al termine di questi 90 giorni il Comune potrà acquistare le telecamere ad un quarto del prezzo originario. La possibilità di spostare gli “obiettivi” da una zona all’altra consentirà di controllare una quarantina di aree storicamente riempite da rifiuti di ogni tipo. I monitor saranno posizionati negli uffici della centrale operativa della polizia municipale di via Dogali e saranno controllati assiduamente dal nucleo operativo protezione ambientale, composto da 24 agenti che lavorano in collaborazione con la procura di Palermo per reprimere il fenomeno dell’abbandono e del traffico di rifiuti pericolosi.
CAMPAGNE DI SENSIBILIZZAZIONE – Oggi, intanto una mini isola ecologica accoglierà, davanti allo Stadio Renzo Barbera, gli spettatori di Palermo-Milan. «Non prendere a calci l’ambiente» è il nome dell’iniziativa, ideata dall’assessorato all’Ambiente del Comune, in collaborazione con la Palermo Ambiente Spa e con la Palermo Calcio. «È la testimonianza della grande attenzione che l’Amministrazione municipale rivolge verso le tematiche ambientali – ha affermato la Caronia – e della chiara intenzione di veicolare importanti messaggi di educazione civica, soprattutto in occasione di eventi di grande richiamo, come la semifinale di Coppa Italia di calcio. Altre campagne di sensibilizzazione, volte ad arginare il problema delle discariche abusive, comunque – ha concluso il Vicesindaco –, sono già in cantiere e presto vedranno la luce».



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits