full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

NUOVO STADIO, E’ SUBITO POLEMICA “BLOCCHEREMO IL MEGA PROGETTO”

«Pronto in 36 mesi se tutti gli enti lavoreranno damore e daccordo». Laugurio dei due presidenti, Zamparini e Lombardo, nel corso della presentazione del progetto del nuovo stadio, si è già scontrato con lopposizione in consiglio comunale. Il gruppo UnAltra Storia è sceso in campo, pronto a combattere contro quello che sarebbe un progetto fantasma: le carte dello stadio con il suo contorno – un mega centro commerciale più 700 alloggi non sarebbero mai pervenute alla commissione urbanistica del comune. «Non è possibile spiega il capogruppo Nadia Spallitta – in assenza di un piano di edilizia popolare e di varianti urbanistiche, che devono essere sottoposte alle osservazioni dei cittadini e poi adottate dal consiglio comunale, autorizzare la costruzione degli alloggi».

Un procedimento poco chiaro che minerebbe, sempre secondo la Spallitta, la possibilità di dare il via libera anche a quello che, nelle intenzioni del presidente Zamparini, dovrebbe diventare lo stadio della Sicilia: «Da un primo esame aggiunge il capogruppo di Un’Altra Storia – sembrerebbe che ci siano alcuni vizi di legittimità e che gli atti non siano stati sottoposti alle obbligatorie forme di pubblicazione e di pubblicità ». Lo stadio dovrebbe sorgere nel quartiere dello Zen al posto, forse, del velodromo Paolo Borsellino. Buttare giù una struttura pubblica costata decine di milioni di euro e vecchia di neanche ventanni per far spazio a un gioiello sì, ma pur sempre privato. UnAltra Storia ha già predisposto una interrogazione da sottoporre al sindaco Cammarata. Al centro del documento soprattutto il centro commerciale e i 700 alloggi: «Prima di costruire nuovi alloggi aggiunge la Spallitta – occorre un censimento del fabbisogno che tenga conto degli immobili abusivi realizzati negli ultimi decenni e degli immobili abbandonati del centro storico. Poi la realizzazione di un grande ipermercato provocherebbe gravi danni alleconomia locale e alle tradizioni artigianali». .

Linvestimento complessivo previsto dal patron dei rosanero sarebbe di 150 milioni di euro. Nei giorni scorsi durissimo l’intervento dell’Ance Palermo:«È incredibile – aveva detto il presidente dell’Ance Giuseppe Di Giovanna – che Zamparini chieda una variante al piano regolatore per rientrare o ammortizzare le spese di costruzione di un impianto sportivo. Noi chiediamo da tempo una variante per risolvere un problema sociale, quello dei senzacasa».




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits