full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

“No ai favoritismi” I costruttori contro Zamparini

ANCE Palermo e Lega delle cooperative edili versus amministrazione comunale per contrastare l’ipotesi che il presidente del Palermo Calcio Maurizio Zamparini possa ottenere, come sorta di ristoro per l’impegno da 150 milioni per realizzare il nuovo stadio, una concessione per la costruzione di 700 alloggi in un’area, in zona Pallavicino, che è classificata dal prg a verde agricolo. <<E’ impensabile che si possano ipotizzare dei canali preferenziali nel rilascio delle concessioni edilizie – dice il presidente Giuseppe Di Giovanna – Sarebbe come tornare ai tempi del “sacco di Palermo”.

Abbiamo a più riprese richiamato l’attenzione sul problema sociale dell’emergenza casa, abbiamo sottolineato la crisi del settore e la necessità di reperire con urgenza nuove aree edificabili, soprattutto per l’edilizia popolare. Non abbiamo mai ricevuto nessuna risposta. Non abbiamo niente contro Zamparini, lui è un imprenditore come noi, ma ci chiediamo quale sia la finalità di un’operazione del genere. Lo stadio che sorgerebbe al posto dell’attuale velodromo sarebbe infatti di proprietà privata, come lo sarebbero i 700 alloggi che si dovrebbero realizzare per rientrare dall’impegno economico. Quale sarebbe, dunque, il tornaconto del Comune in questa operazione?>>. Elio Sanfilippo, presidente della Lega Coop, chiede subito risposte. Sul caso interviene anche il capogruppo di Un’Altra Storia Nadia Spallitta : <<Ci opporremo in tutte le sedi ad una nuova cementificazione delle ultime aree di verde cittadino – dice – Palermo è una delle città europee con il più alto consumo del territorio, che si caratterizza per la violazione del rapporto in percentuale tra verde ed edificato: contestiamo fin da ora anche la possibilità di subappalti delle opere ad imprese non identificate e in relazione alle quali non sia stata preventivamente acquisita tutta la certificazione antimafia>>. L’assessore ai Lavori pubblici Sergio Rappa assicura che l’amministrazione non ha ancora preso una decisione: <<Quella dei 700 alloggi è solo un’ipotesi che gli uffici stanno valutando – dice – non c’è alcuna decisione ufficiale>>.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits