full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

La Repubblica Palermo | Degrado e rischio crolli sequestrata la galleria

La Galleria delle Vittorie di via Maqueda

Scatta il sequestro per la Galleria delle Vittorie di via Maqueda. I vigili del Nucleo tutela patrimonio artistico hanno posto i sigilli per lo stato di degrado della galleria e i rischi per l’incolumità pubblica. La galleria era già stata sequestrata nel 2009 e da allora è rimasta chiusa per una serie di cavilli burocratici. E anche perché della storica galleria, realizzata nel 1935, nel corso del tempo è stato difficile rintracciare gli attuali proprietari. Adesso, però, sono loro a doversi fare carico del recupero dello spazio e del ripristino delle parti pericolanti.

«La zona sta rinascendo — dice Vito Minacapelli presidente del comitato cittadino “Borgo Maqueda” — lo dimostrano le nuove attività che aprono e le tante iniziative. La pedonalizzazione funziona. La galleria deve diventare un simbolo di rinascita della zona e non di degrado. Abbiamo organizzato al suo interno una dozzina di iniziative, tutte di successo. E abbiamo sensibilizzato la cittadinanza su questi temi. Non si può tornare indietro».

Le porte della galleria sono state riaperte per la prima volta lo scorso luglio dall’associazione “Maqueda pedonale” in occasione di una mostra collettiva. «Abbiamo raccolto oltre 1600 firme — dice Daniela Sorrentino di “Maqueda pedonale” — per chiedere al Comune il recupero della galleria».

L’ultima iniziativa risale allo scorso fine settimana. «È stata organizzata una mostra dedicata al vintage — dice Pietro Palmisano fra i promotori della rinascita di via Maqueda — In una delle nostre iniziative si fece avanti un pittore per restaurare parte degli affreschi. A tanto è arrivato il coinvolgimento delle persone ».

Nadia Spallitta, consigliere comunale, lancia una proposta. «L’amministrazione deve supportare la riapertura — dice la Spallitta — e deve sostenere tutte le attività del centro storico, anima della città. A cominciare da una forte riduzione delle tasse comunali».

 

Claudia Brunetto su La Repubblica Palermo – 17 maggio 2015.
Scarica il pdf dell’articolo: CLICCA QUI




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits