full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Interrogazione sui “Manifesti denigratori nei confronti di venti consiglieri comunali.”

 

AL     SIG. SINDACO DEL COMUNE DI PALERMO

      e, p.c.     AL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

 

 

Prot. n. 201                                   Palermo, 13 dicembre 2010 

OGGETTO:  Manifesti denigratori nei confronti di venti consiglieri comunali.

Premesso che 

   dopo la preliminare attività di volantinaggio posta in essere dai consiglieri del PDL già all’indomani del voto contrario al prelevamento della delibera di assestamento del bilancio espresso da parte dei consiglieri del centro sinistra, secondo quanto anticipato con apposti comunicati stampa, taluni consiglieri comunali del PDL hanno dato avvio ad una campagna apertamente denigratoria e diffamatoria nei confronti dei consiglieri del Pd, IdV, Un’ Altra Storia e MpA  disseminando la città di poster e manifesti con la effigie dei 20 consiglieri comunali ‘rei’ di avere  legittimamente svolto il proprio ruolo istituzionale.

  

 

 

 

Evidenziato che 
  il tono pubblicamente assunto a sostegno dell’iniziativa risulta palesemente inappropriato laddove posta in essere anche dal Presidente del Consiglio Comunale, carica istituzionalmente preposta alla tutela della minoranza del Consiglio Comunale, che tra l’altro risulta avere dichiarato alla stampa: “Vediamo questa volta chi sarà messo alla berlina […]”, assumendo formalmente la paternità dell’iniziativa quale coordinatore cittadino del PDL. 
Ciò premesso
si chiede di conoscere
1) Se la pubblicazione dei manifesti affissi in varie parti della città e nei punti strategici della stessa sia stata autorizzata nei termini di legge dai soggetti competenti.
2) Se l’affissione sia avvenuta negli spazi all’uopo previsti dalle vigenti disposizioni normative.
3)  In caso contrario, laddove i manifesti dovessero risultare abusivi, si chiede di conoscere quali provvedimenti siano stati adottati per sanzionare i soggetti responsabili;  si chiede copia dei relativi provvedimenti sanzionatori eventualmente già adottati.
4) In caso contrario, laddove non siano stati adottati i provvedimenti sanzionatori dell’affissione dei manifesti, qualora dovesse risultare abusiva, quali siano le cause del mancato intervento dell’autorità amministrativa e quali provvedimenti s’intendano adottare per assicurare il rispetto del decoro e dell’immagine cittadina, il ripristino della legalità nonché per garantire la tutela degli organi istituzionali del Consiglio Comunale.
5) Si chiede, altresì, di voler fornire copia delle istanze di autorizzazione all’affissione, dei provvedimenti autorizzatori e dei documenti comprovanti l’avvenuto pagamento dei diritti dovuti all’Amministrazione, laddove esistenti.
6) Si chiede infine di conoscere se sia stata autorizzata per il giorno 04/12/2010  l’installazione di un gazebo in piazza Politeama per lo svolgimento dell’attività di volantinaggio da parte di esponenti del PDL, con copia delle relative istanze, dei prescritti provvedimenti di autorizzazione nonché delle ricevute di pagamento all’Amministrazione Comunale dei diritti per la concessione del suolo pubblico.
7) Qualora i manifesti non risultino essere stati autorizzati, si chiede inoltre di conoscere i costi che dovranno essere sostenuti dall’Amministrazione Comunale per la dismissione dei manifesti stessi e per la pulizia dei luoghi di affissione, specificando con quali modalità l’Amministrazione Comunale intende rivalersi sugli eventuali responsabili delle affissioni abusive.
    Al Sig. Comandante della Polizia Municipale, che legge per conoscenza, si chiede di volere predisporre con urgenza un sopralluogo della città, in particolare delle arterie principali (via Libertà, via Roma, Piazza Politeama, Piazza Don Sturzo, via Maqueda, ecc.) al fine di accertare se i manifesti con le foto dei 20 consiglieri comunali siano stati affissi irregolarmente e, laddove si riscontrino violazioni, si chiede di volere fare pervenire alla scrivente copia dei verbali che gli agenti operanti riterranno opportuno elevare nei confronti dei responsabili dell’abuso riscontrato.
La Capogruppo
      Nadia Spallitta                                                                                                                                                



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits