full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Interrogazione: Rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie nell’utilizzo dei containers …

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI PALERMO

Interrogazione con risposta scritta

OGGETTO: Rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie nell’utilizzo dei containers messi a disposizione dalla Protezione Civile per fornire alloggio temporaneo alle famiglie senza casa.    
             
-Chiarimenti-

PREMESSO CHE
* Ai sensi dell’art. 50, comma 5°, T.U. 267/00, il Sindaco come rappresentante della comunità locale deve adottare tutti i provvedimenti necessari per la salvaguardia dell’igiene pubblica;
* Con Ordinanza Sindacale n° 54 del 12/04/2007, Il Sindaco ha provveduto allo sgombero per motivi igienico-sanitari delle famiglie disagiate a rischio di emarginazione sociale occupanti il complesso monumentale di Villa Florio – Istituto Pignatelli-Principessa di Roviano, in via Florio n° 37;

* Gli eventi che hanno fatto seguito allo sgombero dei nuclei familiari di cui alla Ordinanza Sindacale n° 54 del 12/04/2007 sono legati anche alla più complessiva emergenza abitativa e sociale della Città e che i soggetti oggi “alloggiati” in container hanno differenti provenienze, ma medesimo grave disagio;
CONSIDERATO CHE

* L’Ordinanza Sindacale n° 54 del 12/04/2007 disponeva lo sgombero e la contestuale disponibilità delle unità prefabbricate quale soluzione temporanea che precede la conclusione delle ordinarie procedure per la sistemazione definitiva negli alloggi ERP;
* Da oltre un anno alcune famiglie fortemente disagiate sono state alloggiate dall’Amministrazione comunale nei container siti nell’area di via Messina Marine Montagne;
* L’emergenza abitativa, che giornalmente emerge drammaticamente dalle cronache cittadine, ha costretto i senza casa ad usufruire dei container di via Messina Marine Montagne quale ricovero temporaneo nell’attesa di idonee soluzioni da parte dell’Amministrazione comunale;
* L’Amministrazione comunale è tenuta a garantire gli interessi pubblici primari di cui è istituzionalmente portatrice, quali il bene della salute pubblica ed il diritto di ogni individuo ad un alloggio che garantisca una qualità di vita dignitosa.

SI CHIEDE DI CONOSCERE
       
* Quali sono i costi sostenuti dall’Amministrazione comunale per la realizzazione del campo container di accoglienza, per la sua gestione e manutenzione;
* Quali sono gli Uffici comunali competenti nella gestione e nella manutenzione dell’area  “attrezzata” con le unità prefabbricate  sita in via Messina Marine Montagne;
* Quali sono gli atti prodotti nell’iter di gestione e manutenzione della suddetta area, di cui si chiede copia;
* In particolare, se sono stati richiesti ed accertati i requisiti igienico-sanitari da parte dell’A.U.S.L. 6 di Palermo e dai Dipartimenti competenti nella fase di progettazione del ‘campo container’, con quale esito, di cui si chiede copia;
* Se successivamente, nel corso della fruizione del ‘campo container’ da parte dei cittadini,  si è provveduto alle verifiche periodiche dei requisiti igienico-sanitari, con quale cadenza, con quale esito, di cui si chiede copia;
* Se il Sindaco, la Giunta e i competenti Uffici comunali, essendo comunque a conoscenza quanto meno dai mezzi di informazione, dell’emergenza container abbiano preso provvedimenti e attraverso quali atti, di cui si richiede copia, per garantire l’incolumità e la salubrità di tutte le famiglie coinvolte ed, in particolare, dei soggetti più deboli, quali bambini ed anziani.

Palermo, 17 febbraio 2009

LE CONSIGLIERE
 

Nadia Spallitta           Antonella Monastra
                                                            




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits