full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Interrogazione – Regolamentazione del rilascio delle Tessere Elettorali

AL SIG. COMMISSARIO STRAORDINARIO
    

Interrogazione con risposta scritta

Prot. n. 36        Palermo, 09 marzo 2012                           Palermo, 20/12/ 2011

Oggetto:  Regolamentazione del rilascio delle Tessere Elettorali da parte dell’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo -Primarie del 4 marzo 2012 – Elezioni amministrative del 6/7 maggio 2012-

PREMESSA
In relazione alle presunte irregolarità denunciate in merito alle operazioni di voto svoltesi nei gazebo allestiti per le Primarie tenutesi il 4 marzo u.s. per la scelta del candidato Sindaco dello schieramento del centrosinistra, ampiamente diffuse dalla stampa, ed in relazione alle stesse dichiarazioni del consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli rilasciate nel corso della trasmissione televisiva “Striscia la notizia”, andata in onda il 08 marzo u.s., con cui confermava che la signora Francesca Trapani, rappresentante di lista di Ferrandelli nel seggio allestito in via Rocky Marciano, nel quartiere Zen, (e sembrerebbe  responsabile del suo comitato elettorale), risultava effettivamente in possesso delle tessere elettorali di diversi elettori in base ad una “dichiarazione sostitutiva con la quale la signora Trapani è stata incaricata dagli associati della propria associazione di andare a ritirare la tessera elettorale chiaramente all’Ufficio Elettorale del Comune al posto loro”. Tessere elettorali che, secondo quanto dichiarato dallo stesso consigliere Ferrandelli, dopo l’esercizio del diritto di voto venivano nuovamente restituite in custodia alla suddetta signora Trapani.

VISTO
> La legge 30 aprile 1999, n. 120 (Disposizioni in materia di elezione degli organi degli enti locali, nonché disposizioni sugli adempimenti in materia elettorale) che all’art 13 dispone:
Art. 13 (Istituzione della tessera elettorale). – 1. Con uno o più regolamenti, da emanare ai sensi dell’art. 17, comma 2, della legge 23 agosto 1988, n. 400, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, é istituita la tessera elettorale, a carattere permanente, destinata a svolgere, per tutte le consultazioni, la stessa funzione del certificato elettorale, conformemente ai seguenti principi e criteri direttivi:
a) ad ogni cittadino iscritto nelle liste elettorali é rilasciata, a cura del comune, una tessera elettorale personale, contrassegnata da una serie e da un numero;
b) la tessera elettorale contiene i dati anagrafici del titolare, il luogo di residenza, nonché il numero e la sede della sezione alla quale l’elettore é assegnato;
c) eventuali variazioni dei dati di cui alla lettera b) sono tempestivamente riportate nella tessera a cura dei competenti uffici comunali;
d) la tessera é idonea a certificare l’avvenuta partecipazione al voto nelle singole consultazioni elettorali;
e) le modalità di rilascio e di eventuale rinnovo della tessera sono definite in modo da garantire la consegna della stessa al solo titolare e il rispetto dei principi generali in materia di tutela della riservatezza personale.
[…]
> Le modalità previste dall’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo in relazione al “Rilascio ed eventuale duplicato della tessera elettorale” riportate sul sito istituzionale come segue:
Il documento che permette, unitamente a un valido documento di identità l’esercizio del diritto di voto, attestando la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del comune di residenza. Essa contiene, oltre ai dati anagrafici dell’elettore, l’indicazione della sezione elettorale di appartenenza, della sede di votazione dove recarsi per esercitare il diritto di voto e l’indicazione dei collegi elettorali di appartenenza. La tessera elettorale reca inoltre diciotto spazi destinati all’apposizione del timbro da parte del Presidente del seggio elettorale all’atto della votazione. Tale timbro, attestando l’avvenuto esercizio del diritto di voto, da diritto alle eventuali agevolazioni previste dalla legge sul costo del biglietto di viaggio. E’ un documento permanente e dovrà essere conservato con cura per poter esercitare il diritto di voto in occasioni di ogni elezione, referendum o turni di ballottaggio.
La tessera elettorale non é mai sostituibile con l’autocertificazione, non essendo consentito l’esercizio del diritto di voto a chi ne è sprovvisto (N.B.: Si ricorda che all’atto della votazione é necessario esibire, oltre la tessera elettorale, un valido documento d’identità).
Per il rilascio: la tessera elettorale viene consegnata al domicilio dell’elettore direttamente da un incaricato del Comune e può essere ritirata solo dall’interessato o da un suo familiare. Gli elettori che non abbiano ricevuto la tessera elettorale presso il proprio domicilio, potranno ritirarla direttamente presso il Servizio Elettorato, muniti di valido documento d’identità ovvero attraverso un familiare che, oltre ad esibire il proprio documento d’identità abbia con se la fotocopia del documento d’identità degli interessati. Il rilascio della suddetta tessera é gratuito.
La validità della tessera permane fino all’esaurimento degli spazi destinati al timbro; a completamento dei suddetti spazi, l’elettore potrà ritirare una nuova tessera presso il Servizio Elettorato, ove consegnerà la tessera completa ed esibirà un valido documento di riconoscimento. In caso di trasferimento di residenza in altro Comune la tessera dovrà essere consegnata al Comune di nuova residenza, ricevendone in cambio una nuova. In caso di variazione dei dati riportati (es.: cambio di abitazione), i relativi aggiornamenti saranno inviati per posta su etichetta adesiva direttamente al domicilio dell’elettore. In caso di smarrimento o furto della tessera, l’elettore dovrà richiederne un duplicato presso l’Ufficio Elettorato, previa compilazione di una dichiarazione di smarrimento o furto.
> Evidenziando che, in caso di smarrimento o di furto della tessera elettorale, il DPR 8 settembre 2000, n. 299 “Regolamento concernente l’istituzione, le modalità di rilascio, l’aggiornamento ed il rinnovo della tessera elettorale personale a carattere permanente, a norma dell’articolo 13 della legge 30 aprile 1999, n. 120”.
All’ articolo 4  “Aggiornamento e sostituzione della tessera elettorale” si prevede  espressamente che:
[…]
5. In caso di deterioramento della tessera, con conseguente inutilizzabilità, l’Ufficio Elettorale del comune rilascia al titolare un duplicato della stessa, previa presentazione da parte dell’interessato di apposita domanda e consegna dell’originale deteriorato.
6. In caso di smarrimento o furto, il comune rilascia il duplicato della tessera al titolare, previa sua domanda, corredata della denuncia presentata ai competenti uffici di pubblica sicurezza.
7. Su domanda dell’interessato, si procede al rinnovo della tessera elettorale personale quando essa non risulti più utilizzabile in seguito all’esaurimento degli spazi ivi contenuti per la certificazione dell’esercizio del diritto di voto.

CONSIDERATO CHE
La legge espressamente prevede che la tessera elettorale possa essere rilasciata esclusivamente all’interessato e/o ad un suo familiare proprio per impedire forme di controllo del voto, e che, al di là del problema contingente delle Primarie, qualora tale illegittima prassi sia invalsa nell’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo potrebbe gravemente riverberarsi sulle corrette modalità di esercizio di voto nelle elezioni amministrative e politiche.

SI CHIEDE DI CONOSCERE
1. Il numero di tessere elettorali rilasciate su delega degli elettori a non familiari nell’ultimo anno (2011-2012);
2. I nominativi dei soggetti delegati, allegando copia della relativa documentazione acquisita agli atti dell’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo per il rilascio delle tessere elettorali su delega a non familiari, in particolare:
a. Le singole deleghe con cui gli aventi diritto abbiano delegato terzi al ritiro della tessera elettorale da cui si possano evincere anche le motivazioni addotte: smarrimento, furto, deterioramento, esaurimento spazio disponibile, ecc.;
b. In caso di dichiarato smarrimento e/o furto, copia delle denunce presentate ai competenti Uffici di Pubblica Sicurezza.
3. Se corrisponde a verità quanto riportato dagli organi di stampa in merito alla Signora Trapani (di cui in premessa) che sembra abbia avuto la delega per il ritiro della tessera elettorale da parte di circa 50 persone.
4. Qualora l’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo avesse rilasciato tessere elettorali a rappresentanti di Associazioni all’uopo delegati dagli associati, come nel caso della Signora Trapani (di cui in premessa), si chiede di avere notizie non soltanto in relazione ai soggetti delegati al ritiro ma anche alle Associazioni da questi ultimi rappresentate e di avere copia dei relativi carteggi acquisiti in merito dall’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo.
5. In base a quale normativa, di cui si chiede copia, l’Ufficio Elettorale del Comune di Palermo abbia rilasciato le tessere elettorali su delega degli aventi diritto a non familiari, specificando in particolare:
a. Il numero massimo di deleghe attribuibili ad un unico soggetto;
b. se, in caso di associazioni, sia possibile ricorrere a forme di delega cumulative per gli associati;
c. se siano previste ulteriori fattispecie di deleghe cumulative.
6. Nel caso di delega al ritiro di una pluralità di tessere elettorali, si chiede di conoscere come sia stato garantito dall’Amministrazione il diritto alla riservatezza dei titolari.
7. Il Responsabile del provvedimento di rilascio delle tessere elettorali su delega degli aventi diritto a terzi non familiari.
8. Se, in considerazione dell’approssimarsi delle elezioni amministrative, l’Amministrazione comunale ritenga opportuno avviare una procedura di annullamento o revoca dei provvedimenti di rilascio delle tessere elettorali su deleghe cumulative e/o comunque rilasciate dagli elettori aventi diritto a soggetti terzi non previsti dalla normativa vigente in materia.
9. Se l’Amministrazione comunale abbia posto in essere o intenda porre in essere opportune regolamentazioni, conformi alla legge,  in merito al rilascio delle tessere elettorali al fine di impedire possibili manipolazioni nell’esercizio del libero diritto di voto da parte dei cittadini palermitani.

           LA CAPOGRUPPO
                                        Nadia Spallitta

                                                




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits