full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Interrogazione ” Fiera dell’artigianato allestita in Piazza Castelnuovo “

AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI PALERMO
Interrogazione con risposta scritta
Prot. n. 141       Palermo, 17 giugno  2011
 
Oggetto:  Fiera dell’artigianato allestita in Piazza Castelnuovo.
 
-CHIARIMENTI-
PREMESSO CHE
In piazza Castelnuovo è stata inaugurata una sorta di fiera dell’artigianato che si protrarrà per 15 giorni il cui allestimento, secondo quanto segnalato da numerosi cittadini, lede il pregio artistico-architettonico della piazza.
Una “gazebopoli” sorta nel cuore della città che, al di là di ogni formale adesione alle regole,  non rispetta la bellezza, la storia ed il valore dei luoghi.
Il decoro urbano della piazza risulta ulteriormente aggravato dal business derivante dalla vendita di merchandising che, tra la raffigurazione del Padrino e l’illustrazione delle più diversificate frasi di ‘evocazione’ del fenomeno mafioso, si presta ad edulcorare la tragedia della mafia, muovendo al riso su ciò di cui non si può ridere. Il tutto in pieno periodo turistico per una singolare presentazione della città. 
VISTA
L’Ordinanza Sindacale n° 758 del 16/05/2002 che, in riferimento alla regolamentazione delle piazze: Ruggero Settimo, Castelnuovo e Verdi, dispone che “Non è consentita l’installazione, anche temporanea, di strutture fisse o mobili di qualsiasi tipo, come gazebo, palchi, tribune.  Ogni e qualsiasi manifestazione in deroga alle superiori disposizioni, dovrà essere preventivamente sottoposta al visto del Sindaco”.
EVIDENZIATO CHE 
Per prassi consolidata, le deroghe all’utilizzo delle Piazze Ruggero Settimo, Castelnuovo e Verdi sono concesse esclusivamente per iniziative di particolare rilevanza per la città aventi scopi sociali ed umanitari, oltre che di propaganda elettorale e sindacale.
SI CHIEDE DI CONOSCERE
1. Se sia ancora vigente l’Ordinanza Sindacale n. 758 del 16/05/2002 di regolamentazione della Piazza Ruggero Settimo, Castelnuovo e Verdi che dispone il divieto di installazione, anche temporanea, di strutture fisse o mobili di qualsiasi tipo, come gazebo, palchi, tribune e, nel caso contrario, con quali provvedimenti sia stata revocata.
2. Nel caso di vigenza della predetta ordinanza, quale sia la motivazione della deroga al suddetto divieto esposta dal competente Ufficio di Gabinetto del Sindaco all’atto del rilascio dell’autorizzazione all’utilizzo di Piazza Castelnuovo per la fiera dell’artigianato, dei cui atti si chiede copia.
3. Quali siano le finalità “di particolare rilevanza per la città” della manifestazione esplicitate dagli organizzatori nell’istanza per il rilascio dell’autorizzazione, dei cui atti si chiede copia;
4. Chi siano i soggetti organizzatori della manifestazione per la fiera dell’artigianato.
5. Il progetto e la eventuale relazione tecnico illustrativa allegati all’atto della presentazione dell’istanza per il rilascio dell’autorizzazione all’utilizzo di Piazza Castelnuovo, con relativa copia.
6. Quali siano i prodotti di artigianato esposti negli stand allestiti per la fiera, con indicazione della provenienza e/o produzione degli stessi e la motivazione del sostegno alla loro promozione.
7. Quale sia l’importo corrisposto dagli organizzatori per la concessione dell’uso del suolo pubblico, in riferimento a cui si chiede copia:
a) degli atti di rilascio della concessione dell’uso del suolo pubblico,
b) dei versamenti preventivamente effettuati dagli organizzatori per il pagamento della TOSAP e della TARSU.
8. Se la fiera in questione, in considerazione del vincolo posto a tutela del pregio artistico e architettonico della Piazza Castelnuovo, sia stata preventivamente autorizzata dalla Soprintendenza Regionale ai BB.CC.AA. e se siano state imposte eventuali prescrizioni, dei cui atti si chiede copia.
9. Se la fiera in oggetto sia stata preventivamente autorizzata dai Vigili del Fuoco, tenuto conto del pericolo derivante dal fatto che i gazebo allestiti per la manifestazione sono stati realizzati in legno, dei quali atti si chiede copia.
10. Se i competenti Uffici comunali abbiano provveduto a verificare la corrispondenza tra il progetto approvato dalle competenti Istituzioni e la concreta realizzazione dell’allestimento della fiera in Piazza Castelnuovo, dei cui atti redatti si chiede copia.
11. Se gli organizzatori e/o gli addetti alla vendita di merchandising negli stand allestiti per la fiera risultino titolari di autorizzazione temporanea o di altre autorizzazioni ad esercitare il commercio su aree pubbliche, dei cui atti si chiede copia.
12. Se siano state accertate violazioni in merito al precedente punto 11) e le relative eventuali sanzioni comminate.
13. Se l’Amministrazione comunale abbia stilato delle linee guida e/o dei protocolli d’intesa con la Soprintendenza BB.CC.AA. per disciplinare coerentemente la facoltà di deroga di cui all’O.S. n. 758/02.
       
LE CONSIGLIERE
   
Antonella Monastra                    Nadia Spallitta



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits