full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Allegria, il Comune  di Palermo ‘minaccia’ nuove assunzioni

Una nuova pioggia di assunzioni presso qualche società al Comune di Palermo? La notizia, dai contorni ancora poco chiari, circola con insistenza da qualche giorno. Ovvero, da venerdì scorso, quando il consiglio comunale della città ha approvato una delibera che riguada la Sispi.
La Sispi, per la cronaca, è una società fondata dal Comume di Palermo negli anni in cui era sindaco Leoluca Orlando. Una società per azioni pubblica partecipata interamente dallo stesso Comune. Con la delibera approvata qualche giorno fa, sarà proprio la Sispi a gestire il servizio di notifica delle contravvezioni.
Fino ad oggi questo servizio è stato gestito dalle Poste italiane. Con un costo, per il Comune, pari a circa 6 milioni di euro. Proprio per ‘risparmiare’ questi soldi il consiglio comunale ha votato la delibera per far gestire il servizio a una società partecipata dallo stesso Comune, cioè la già citata Sispi.
Ora, però, stando alla denuncia di Nadia Spallitta, consigliere comunale di Sel (Sinistra ecologia e libertà, partito fondato da Niki Vendola), che, insieme con la collega Antonella Mostra di Un’altra storia, ha votato contro la delibera, si profilerebbe una nuova pioggia di assunzioni. Si tratterà di assunzioni alla ‘siciliana’, cioè per chiamata diretta (dai politici di turno, secondo ‘rigide’ regole di appartenenza clienetalare), in barba a quel ‘superato’ articolo della Costituzione (97) che prevede ‘barbosi’ concorsi pubblici per entrare nella pubblica amministrazione? Chissà.
Di sicuro c’è soltanto che tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione presenti a Sala delle Lapidi, la sede del consiglio comunale di Palermo (compresi il Pd e Italia dei Valori, con la sola ‘pecora nera’ di Sel che, come già accennato, ha votato contro), non sapendo né leggere né scrivere l’hanno votata e approvata. Tutti insieme appassionatamente con la formula dell’esecutività immediata. Della serie, ci sono le elezioni, sbrighiamoci a pilotare queste nuove assunzioni?
Non siamo ancora riusciti a rintracciare la consigliera comunale, Nadia Spalitta, che ha messo in giro a mezzo stampa queste ipotesi.
 
Della vicenda si parlerà  nel corso di una conferenza stampa convocata a Sala delle Lapidi da Sel insieme con la Cgil e altri esponenti della società civile.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits