full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

SPALLITTA: No all’aumento delle tariffe per l’uso degli impianti sportivi dei singoli utenti

piscina_palermo.jpg
piscina_palermo.jpg<<L’Amministrazione comunale continua a proporre l’aumento delle tariffe relative alla refezione scolastica ed agli impianti sportivi, senza accompagnare questi aumenti anche da un  miglioramento dei servizi stessi. Da un lato i singoli utenti dovranno pagare sempre di più per l’uso della piscina, dello stadio, delle piste di pattinaggio ecc, contestualmente per i grandi eventi (concerti ecc) che si svolgono presso il Palauditore, il Palasport, il Palaoreto e il Velodromo (con capienza fino a 18 mila posti) le entrate sono davvero irrisorie. Su entrate medie pari a circa 1 milione di euro, il ricavato del Comune è di soli 3 mila euro (e cioè il 3% dell’incasso netto).
E’ ovvio che il gruppo Un’Altra Storia è contrario ad ogni aumento delle tariffe – che tra l’altro appare oggi ingiusto – privo di logica e di gradualità, ed è per questo che all’atto abbiamo proposto alcuni emendamenti : che si renda gratuito l’utilizzo di tutti gli impianti sportivi per bambini, anziani, e portatori di handicap. Categorie che secondo la nuova regolamentazione dovrebbero pagare fino a 5 euro. Abbiamo inoltre proposto il dimezzamento di tutte le tariffe per i giovani. Con riferimento alla piscina, accogliendo numerose istanze degli utenti, abbiamo prospettato una diversa regolamentazione dell’uso delle corsie, riducendo il numero di quelle da assegnare alle società sportive. Infine abbiamo chiesto di aumentare l’entrata percentuale del Comune in relazione all’uso degli impianti sportivi per attività diverse da quelle sportive. Abbiamo altresì presentato un altro emendamento che propone che almeno il 50% delle entrate connesse con la gestione degli impianti sportivi, venga utilizzato esclusivamente per interventi di manutenzione e di miglioramento dei servizi connessi con gli impianti sportivi>>.

Nadia Spallitta – capogruppo di Un’Altra Storia




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits