full screen background image

Nadia Spallitta

Ultimo aggiornamento

Approvato l’assestamento del bilancio, al via una manovra lungimirante

bilancio.jpg
Approvato l’assestamento del bilancio. Al via una manovra lungimirante, con spese per investimenti , necessarie e utili per il rilancio economico della città.
“Esprimo soddisfazione per la manovra di assestamento del bilancio, che è stata votata dal Consiglio Comunale, perché finalmente vengono attivate risorse per investimenti , che sono del valore di 665 milioni circa ( per gli anni 2013 e 2014) –  per interventi strutturali da realizzarsi in diverse parti della città, dalle periferie al centro storico, utilizzando fondi FAS, fondi ex Gescal, fondi PON, fondi FESR, ed altri canali di finanziamento fino ad oggi rimasti inutilizzati. E’ solo in questo modo che si può tentare di rilanciare l’economia cittadina, migliorando la qualità della vita e dei servizi (si pensi al rifacimento di impianti fognari, di piazze, del sistema di illuminazione, alla creazione di parcheggi, al recupero di aree industriali dismesse etc).
Ma la manovra crea anche contestualmente occasioni di lavoro , si pensi alle maestranze ed alle professionalità che potranno trovare prospettive di lavoro, in occasione delle realizzazioni delle opere pubbliche, che finalmente l’Amministrazione, con una scelta lungimirante – condivisa dalla maggioranza del Consiglio Comunale, che tale programmazione ha votato – ha deciso di attivare. Nel corso della serata ,sono stati proposti una decina di emendamenti che gravano sull’anno 2012, del valore complessivo di 1 milione e mezzo di euro, presentati per lo più dalle forze di opposizione, ma condivisi in buona parte da tutto il centrosinistra (400 mila euro per interventi nel settore sociale, 200 mila euro circa per interventi nel settore sportivo etc), anche se non è condivisibile, a mio avviso, l’individuazione di specifici Enti che saranno destinatari di queste risorse. Sono stati altresì approvati alcuni emendamenti di importi non rilevanti, ma che hanno un forte valore simbolico, e segnano, per molti aspetti, il processo di cambiamento culturale che la città sta vivendo. In particolare , per la prima volta, il Consiglio Comunale, su mia proposta, fortemente sostenuta anche dalla collega Monastra, ha deciso di supportare con diecimila euro la manifestazione del Gay Pride, approvando l’emendamento che a tal fine avevo predisposto.
Del resto sulla rilevanza culturale di questa manifestazione si è espresso in più occasioni anche il Sindaco. Ugualmente, dopo la giornata contro la violenza sulle donne, è stato votato dall’intero Consiglio un emendamento proposto dalla collega Monastra e da me sottoscritto, che prevede l’assegnazione di 50 mila euro da utilizzare per queste finalità. Inoltre, dopo l’approvazione– nei giorni scorsi – di una mozione  da me proposta e condivisa dall’aula, è stato altresì votato un emendamento sottoscritto dal consigliere Caracausi, da me e da altri consiglieri, che ha assegnato circa 150 mila euro per il trasporto dei disabili. Infine, è stato votato anche un emendamento della collega Scafidi, che destina 120 mila euro all’istituto per ciechi.  Da ultimo ,è stato altresì votato un emendamento per la prevenzione e la sorveglianza , in relazione alle scuole cittadine fortemente vandalizzate. E’ ovvio che permangono alcune criticità, all’interno del bilancio, collegate ai debiti fuori bilancio, ai costi del personale che incidono complessivamente per il 65%, e alla pressione fiscale. Auspico che venga nominata al più presto una commissione d’indagine, che possa accertare le cause e le responsabilità rispetto ai debiti fuori bilancio, e che possa ridursi in futuro la pressione fiscale , anche tenendo conto dei risultati della lotta all’evasione, che solo nel 2012 ha incrementato il reddito di circa 30 milioni di euro. Complessivamente rispetto all’intera manovra di assestamento degli anni 2012/2014, siamo in presenza di una svolta nella programmazione della pubblica amministrazione, che è in grado di guardare lontano, e di gettare le basi per la rinascita economica e culturale della città”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Credits